Un sito di incontri per lettori? Esiste: si chiama BookMe

È semplicissimo da usare, interessante e divertente; consiglio a tutti l’iscrizione! Basta inserire una foto, una descrizione di come sei, cosa ti piace leggere e il gioco è fatto: potrai interagire con altri utenti appassionati di lettura come te, scambiare pareri sui libri e magari anche trovare l’anima gemella.

Fantastico no?

Continua a leggere “Un sito di incontri per lettori? Esiste: si chiama BookMe”

Che ne è stato del mio 2020

Ho pensato molto a cosa scrivere a proposito dell’epidemia quando ero chiuso in casa da solo e soffrivo come un matto. Prima ho temporeggiato, in cerca di suggerimenti su cosa dire che non fosse già stato detto; poi ho rinunciato, forse perché non mi sentivo sufficientemente preparato.

Sono successe tante cose, le nostre vite sono cambiate velocemente e abbiamo messo per la prima volta in discussione cose apparentemente banali come avere una dispensa piena, guardare un film al cinema o poter fare una passeggiata fuori casa. Poi i contagi sono calati e ce ne siamo quasi dimenticati, con le restrizioni allentate e le tanto agognate “ferie degli italiani”. E in autunno di nuovo la paura, le perdite, le rinunce, le prospettive ancora più nere; stavolta non siamo impreparati, è vero, ma siamo anche più stufi. Le persone fanno sempre più fatica ad attenersi alle normative, pensando ognuno per se stesso, e io mi sto abituando a vivere una realtà quasi alienata, fatta di attese per il prossimo dpcm e ricordi lontani di contatti fisici, il tutto codificato in digitale.

Ma per fortuna il 2020 è stato anche altro, se vogliamo sforzarci di guardare il lato positivo. Per me è stato un anno di cambiamenti, e mi auguro che anche il 2021 lo sia.

Continua a leggere “Che ne è stato del mio 2020”

I miei preferiti del 2020 (sorpresa!)

Lo so, lo so, ho trascurato parecchio il blog in questi mesi difficili e pesanti per tutti, e vorrei davvero dirvi che ho avuto un sacco di cose da fare – che è verissimo – ma ammetto anche che quando ho avuto momenti vuoti ho preferito riempirli diversamente, piuttosto che aggiornando il blog. E va bene così.

Ho iniziato questo progetto più di un anno fa, senza sapere dove mi avrebbe portato, carico di idee e di un entusiasmo che un po’ è andato scemando, inevitabilmente. Sono fatto un po’ così: inizio cose, mi stufo facilmente e le abbandono. Ma riguardo questo ve ne parlerò nel prossimo post, che ho immaginato come un bilancio del mio 2020 – anche se siamo già nel 2021 ma chissene – voi intanto vogliatemi bene lo stesso.

Continua a leggere “I miei preferiti del 2020 (sorpresa!)”

G. QCVC – Maggio / Giugno 2020

Ciao ragazzi, come ve la passate? Per me giugno è stato un mese produttivo, sia qui sul blog sia al di fuori. Mi sono sentito carico e motivato ed era esattamente il tipo di energia di cui avevo bisogno dopo un lockdown che aveva un po’ intorpidito il mio entusiasmo. Giugno è l’inizio dell’estate, i primi caldi, i gelati e le gite al mare, nonché il mese del mio compleanno. Per chiudere in maniera perfetta questi due mesi ecco qui la lista di Quello Che Vi Consiglio: la musica, i libri, le serie TV e i film che più ho apprezzato ultimamente. Buona lettura!

Continua a leggere “G. QCVC – Maggio / Giugno 2020”

VI. Corpi

Com’è possibile che calcolando il mio indice di massa corporea io risulti normopeso, eppure continuo a vedere chili di troppo che non sopporto? Vorrei perderli, certo, ma lo faccio per me o perché qualcuno mi fa pressioni? Apriamo i social e vediamo corpi su corpi, e anche se non lo vogliamo iniziamo a giudicare. È la prima cosa che notiamo in una persona e spesso è una componente fondamentale quando ci innamoriamo. Ci chiediamo se mangiamo troppo o troppo poco, ci spogliamo e ci esaminiamo allo specchio fin nei minimi dettagli, mai soddisfatti. Chiudiamo gli occhi e fantastichiamo sui dettagli che ci piacciono nei corpi altrui, spendiamo soldi in vestiti giusti, diete, palestre, cosmetici e centri estetici. Ma perché siamo così ossessionati dall’apparenza, è colpa nostra o della società in cui viviamo?

Continua a leggere “VI. Corpi”

7. J.K. Rowling è davvero da condannare?

Per la prima volta su questo blog voglio fare un tentativo: dire la mia personalissima opinione su una questione calda, esplosa già qualche settimana fa ma non ancora risolta. Mi riferisco alle accuse di transfobia nei confronti di J.K. Rowling, una delle donne più ricche del mondo: è lei la penna che ha dato vita, tra le altre cose, alla saga di Harry Potter. E cosa c’entra l’opinione personale -direte voi- su un tema così importante e universale come i diritti umani su cui dovremmo tutti concordare? Parliamone, appunto, perché ho l’impressione che in molti siano saliti sul carrozzone dell’insulto facile e della cancel culture senza ascoltare attentamente le tesi sostenute dalle due parti.

Continua a leggere “7. J.K. Rowling è davvero da condannare?”

V. Non siamo infallibili

Ho avuto l’idea di questo post più di sei mesi fa, e se mi conoscete, sapete che solitamente mi prendo i miei tempi per pubblicare, quindi questa notizia non dovrebbe sorprendervi più di tanto. Ma il fatto curioso è che quando l’ho abbozzato venivo da un periodo particolarmente carico a livello personale e familiare, quindi sapevo bene di cosa sarei andato a parlare. Invece oggi, alla luce della situazione in cui ci troviamo ormai da mesi, questo titolo acquista un senso più grande; non è più solo la mia condizione, ma anche la vostra, il significato si allarga e abbraccia temi più attuali.

Durante questa quarantena ho pensato a lungo a come mettere per iscritto le sensazioni che ho provato, ma non ho mai trovato il modo giusto, né la carica necessaria per partire a scrivere. Ho fatto fatica a trovare la voglia di fare anche le cose più semplici, come leggere un libro o sistemare una stanza, e non penso di essere stato l’unico in questa situazione. Ora sto riuscendo pian piano ad assumerne coscienza e a sbloccarla, e ho deciso che ve ne parlerò scrivendo di pancia, come ho sempre fatto.

Continua a leggere “V. Non siamo infallibili”

F. QCVC – Marzo / Aprile 2020

60 giorni esatti. E’ stata la durata della mia quarantena in solitaria, lontano da tutto e tutti, chiuso in quattro mura; i miei unici contatti con l’esterno: le finestre dell’appartamento e una connessione Internet, senza la quale oggi non possiamo più vivere. Sono stati 60 giorni altalenanti, a volte noiosi, a volte asfissianti, sicuramente lunghi, che hanno minato al mio equilibrio psico-fisico. E’ successo tutto così all’improvviso, ci siamo ritrovati a rivalutare le nostre priorità, abbiamo avuto reazioni irrazionali, spesso paura, ma ci siamo anche avvicinati in qualche modo.

E’ stato un periodo di sfide, rinunce e tanta pazienza, e continua a esserlo. Per fortuna ho avuto modo anche di trovare sollievo e leggerezza nelle mie passioni, tra un po’ di sano binge watching e della buona musica in cuffia. Ho ripreso dal passato ma ho anche scoperto novità promettenti e ho annotato tutto in attesa di scrivere questo post. Qui vi racconto gli album, le canzoni, le serie e i film (libri purtroppo non ne ho letti) che mi hanno risollevato le giornate e spesso hanno dato loro un senso. Enjoy!

Continua a leggere “F. QCVC – Marzo / Aprile 2020”

E. QCVC – Gennaio / Febbraio 2020

In un periodo di caos e psicosi collettiva da coronavirus torna la rubrica culturale Quello Che Vi Consiglio dedicata ai mesi di gennaio e febbraio. Quello che ho ascoltato e riascoltato, a volte skippato, quello che letto, abbandonato e ripreso in mano, quello che ho guardato incuriosito, a volte sconcertato, a volte rapito. Et voilà!

Continua a leggere “E. QCVC – Gennaio / Febbraio 2020”

6. Ok boomer.

Sul mio blog un post è solitamente il risultato di un processo che attraversa vari step: mi viene l’idea, penso se ne verrebbe fuori un articolo che possa interessarvi e/o farmi stare meglio, creo una bozza che magari andrò ad aprire giorni o settimane dopo, inizio a scriverlo e lo rielaboro più volte prima di pubblicarlo. Questo post invece nasce diversamente: l’idea è il risultato di pensieri accumulati per mesi, la scintilla che mi ha dato l’idea del post sono state le parole scambiate con mia madre stamattina e bam!, eccomi qui a scriverlo di getto. Ho trovato anche un titolo di tendenza, quindi ora parte il mio sfogo contro i miei genitori in primis, e in secondo luogo contro tutta la loro generazione baby boomer.

Continua a leggere “6. Ok boomer.”